Quando I Propositi Per Il Nuovo Anno Non Hanno Senso

When New Year Resolution Doesnt Make Sense

Tirando a indovinare, da circa un mese a questa parte, ho capito che uno dei vostri pensieri è la RISOLUZIONE DEL NUOVO ANNO. Proprio come gli anni precedenti, prenderete un foglio di carta, giustamente tagliato, e svelerete i piani per il nuovo anno.

Mentre scrivete, qualcosa potrebbe chiedervi: « Sei sicuro che funzionerà? » Invece di ascoltare quella piccola voce, probabilmente scriverete quelle liste che si autoavverano: Voglio essere migliore; voglio essere più sensibile quest’anno; voglio abbandonare questo e quello; voglio raggiungere i miei obiettivi a differenza degli anni passati e di tutti i « wannabes » Ora, mentre scrivete, tutto sembra perfetto e pronto per l’esecuzione.

Vi immagino mentre sorridete e ingurgitate un po’ di saliva per stuzzicare l’appetito del vostro nuovo mandato. Ma aspettate, c’è qualcosa che vi chiede: « E L’ANNO SCORSO? Che dire dell’incapacità e delle limitazioni che vi hanno impedito di fare le cose? Che dire di quelle cose che eravate sicuri di fare, ma che non siete riusciti a fare? ».

Senza dubbio, una persona così sensibile si aprirebbe alla realtà che la maggior parte dei suoi piani per l’anno non sono stati realizzati. Ora viene da chiedersi: « Che cosa è andato storto? ». Se quanto detto sopra vi ha colpito e siete in grado di proporre una soluzione, allora congratulazioni in anticipo. Ma per coloro che sono ancora sconvolti da questa domanda, lasciate che vi aiuti.

Viviamo in una generazione in cui quasi tutto non funziona: il governo e gli individui sono ai ferri corti per quanto riguarda l’adozione di misure di cambiamento. Più questa situazione si radica, più si assiste a sconfitte di giorno in giorno. Vediamo individui che si mettono mentalmente in coda per un cambiamento che avrebbero potuto fare da soli.

Le persone svolgono le loro attività quotidiane con atteggiamenti che non soddisfano gli standard morali. Se posso chiedere: « Qual è il vostro atteggiamento nei confronti del cambiamento e quanto è eccellente la vostra abitudine? Siete amanti della disciplina? Questi sono i pilastri che rendono possibile o meno l’adozione di una risoluzione: se non li fate funzionare, nulla funzionerà nella vostra vita.

ATTITUDINE Come ho letto, l’atteggiamento è tutto.
Un uomo d’affari che vuole aumentare le entrate del 500% ha un’attitudine agli affari pari allo 0,5%. Come è possibile! Il ritardo nel luogo di lavoro e l‘attitudine al cambiamento sono storie tristi da raccontare.

DISCIPLINA
Vuole perdere peso, quindi decide di scegliere con cura gli alimenti e di fare abbastanza esercizio fisico ogni mattina.
Si guarda allo specchio e vede il suo nuovo aspetto, ma il suo misuratore di disciplina segna zero. Un uomo del genere non dovrebbe illudersi di poter funzionare senza disciplina. Per me la disciplina è il cuore della risoluzione.

ABITUDINE
È uno studente e si è ripromesso di essere migliore il prossimo anno. Lo immagino mentre scrive: « Basta con i ritardi a scuola, basta con la mancanza di obiettivi, ma mantenere un orario di lettura accettabile ». Se siete studenti, questo potrebbe farvi suonare qualche campanello d’allarme, e il gioco è fatto! L’unica cosa che potreste non aver fatto è la risoluzione relativa al vostro H-A-B-I-T.

Dormite per 8 ore al giorno, guardate video casalinghi dopo la scuola e uscite con gli amici la sera. Nei fine settimana giochi ai videogiochi e chatti all’infinito e poi vuoi mantenere la tua risoluzione? Non fatelo! Dietro ogni risoluzione funzionante ci sono l’atteggiamento, la disciplina e l’abitudine. Qualsiasi risoluzione che non funzioni perfettamente incontrerà la sua disfatta.

E i buoni propositi per l’anno nuovo non hanno senso se non vengono rispettati a dovere. Il mio consiglio è quindi quello di prendere in considerazione questi aspetti e di fissare degli obiettivi per mantenerli attivi, se volete condividere la testimonianza di come sia andata bene a dicembre.